Motori di rendering e librerie grafiche, dove sta il problema?

Quando è stato annunciato Google Chrome, uno degli aspetti più evidenziati dai webdesigner era il fatto che, basandosi su Webkit, non sarebbe stato un altro browser su cui provare le proprie pagine.

Tutto quello che funzionava su Safari, avrebbe funzionato su Chrome. Non è esattamente così e il problema non riguarda solo Chrome, vediamo perché.

FONTE: kilianvalkhof.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *